Tipi di visto

VECCHIO ORDINE NUOVO ORDINE
Visto D Visto per residenti, rilasciato a chi risede permanentememnte in Cina Visto D nessun cambiamento significativo
Visto Z Visto provvisorio per dipendenti stranieri e per I loro familiari. Entrati nel paese poi dovranno applicare il Resident Permit Visto Z1 Applicato ai dipendenti stranieri che resteranno nel paese oltre I 90 giorni
Visto Z2 Applicato ai dipendenti stranieri che resteranno nel paese meno di 90 giorni
Visto X Visto studentesco, applicato agli studenti o a chi arriva in cina per internship per almeno 6 mesi Visto X1 Visto studentesco a lungo termine
Visto X2 Visto studentesco a breve termine
Visto F Visto Business, accompagnato da lettera d’invito da parte di aziende od organizzazioni cinesi. Oppure, visto studentesco di surata inferiore ai 6 mesi Visto F Visto per attivita’ senza scopo di lucro (ambiti scientifico, scolastico, culturale, sanitario, sportivo)
Visto L Visto turistico Visto L Cambiamento nella durata
Visto G Visto di transito Visto G nessun cambiamento significativo
Visto C Visto per il personale di bordo di treni e aerei, e ai loro familiari Visto C nessun cambiamento significativo
Visto J Visto giornalistico Visto J1 visto giornalistico per giornalisti residenti nel paese
Visto J2 visto giornalistico a breve termine per non residenti
Visto M il nuovo business visa, con modalita’ simili a quello vecchio (durata inferiore)
Visto Q1 Visto per riunioni familiari. Applicato ai membri del nucleo familiare di residenti o cittadini cinesi, inclusi figli lasciati in affidamento a parenti cinesi
Visto Q2 Visto applicato ai membri stranieri del nucleo familiare di cittadini o residenti in Cina per un breve periodo
Visto R1 Visto per professionisti di settore con comprovata esperienza di altissimo livello per I quali vengono richieste con urgenza le loro prestazioni in Cina, o che sono residenti in Cina
Visto R2 Stessi requisiti per il visto R1, ma a breve scadenza per I non residenti
Visto S Applicato agli stranieri che entrano in Cina per motivi privati quali matrimonio, divorzio, adozioni, cure mediche, ecc.

Prima quindi di analizzare le novita’ piu’ importanti riportate in tabella, e’ importante sottolineare quali saranno le nuove sanzioni in caso di violazione della nuova legge sui visti.
Un  visto puo’ essere dichiarato nullo quando:
– e’ danneggiato o illeggibile in qualsiasi sua parte, perduto o rubato. Questo significa che se smarrite il passaporto, il vostro visto potrebbe essere dichiarato decaduto nello stesso istante in cui fate denuncia di smarrimento;
– siete colpiti da decreto di espulsione e/o estradizione;
– lo scopo della permanenza nel paese decade o cambia senza aver avvisato le autorita’ competenti. Per esempio, se entrate nel paese con un visto turistico e poi le autorita’ scoprono che state lavorando,  e’ ritenuto un valido motivo per vedervi annullare il visto.
Anche le sanzioni pecuniarie hanno subito una sensibile modifica.
In caso di mancata registrazione presso la sede di polizia locale entro le 24 ore successive all’arrivo nel paese, la multa puo’ arrivare fino ai 2.000 CNY (contro un massimo di 500 CNY precedenti).
Se invece rimanete in Cina oltre la scadenza del vostro visto, la sanzione sara’ compresa tra i 500 e i 10.000 CNY al giorno per ogni giorno in piu’ passato nel paese. Nei casi piu’ gravi si puo’ arrivare anche all’espulsione con divieto di ingresso fino a 5 anni.
Nel caso invece che veniate sorpresi a lavorare in nero, e quindi senza il visto lavorativo, la sanzione puo’ arrivare fino ai 20.000 CNY e nei casi piu’ gravi puo’ comportare anche l’espulsione dal paese fino a 5 anni. Inoltre, è adesso obbligatorio (pena multa o annullamento del visto) fare richiesta per il rinnovo o l’estensione del visto almeno 7 giorni prima della scadenza del precedente.

Novità:

Visto M

Attualmente il visto M (ovvero il nuovo visto business) è reperibile (sia ad Hong Kong che nel proprio Paese di residenza) per una durata massima di 30 giorni (prezzo: circa 750 HK$). Alcune agenzie riescono ad ottenere quello di 60 giorni (prezzo: circa 7500 HK$).

Visto L

Anche la durata del visto turistico è diminuita, il massimo ottenibile è di 60 giorni. Finiti i tempi delle due estensioni di altri 60 giorni a Shanghai, adesso è possibile estendere il visto soltanto una volta, per la stessa durata del visto precedente e con lo stesso numero di uscite (questo vale per tutti i tipi di visto).

 

ATTUALMENTE AD HONG KONG SONO TANTISSIME LE PERSONE A CUI E’ STATO RIFIUTATO IL VISTO O E’ STATO CONSEGNATO CON UNA DURATA INFERIORE AI 30 GIORNI. QUELLO CHE TUTTE LE AGENZIE VISTI SUGGERISCONO AL MOMENTO E’ DI RINNOVARE IL VISTO O FARE L’APPLICATION PER UN NUOVO VISTO NEL PROPRIO PAESE. 

Discussione

4 pensieri su “Tipi di visto

  1. Buona sera, Vorrei sapere di che tipo di visto ho bisogno per un tirocionio a Hong Kong della durata di cinque settimane. Grazie

    Pubblicato da Francesca Savino | 28 giugno 2013, 23:39
    • Ciao Francesca, scusa per il ritardo nella risposta. Hong Kong non appartiene alla Cina (per quanto riguarda i visti innanzitutto ma anche per quanto riguarda tassazione ecc.) ad oggi, per quanto ne so, i cittadini europei hanno 90 giorni di permanenza senza visto. Come richiedere il visto per Hong Kong purtroppo non so dirti ma penso che se tu chiamassi l’agenzia visti che si trova sulla sezione, appunto, “visti” potresti magari avere una risposta o perlomeno potrebbero indicarti qualcuno. In bocca al lupo 🙂

      Pubblicato da aschilliro | 9 luglio 2013, 22:26
  2. Salve, a me hanno offerto un contratto di lavoro come insegnante per 5 mesi a Wuhan, ma mi hanno detto che non c’è bisogno del visto lavorativo, quindi quale tipo di visto dovrei fare? Considerando che dovrei partire tra 20 gg..
    grazie mille.

    Pubblicato da Jessica | 11 luglio 2013, 22:44
    • Ciao Jessica, “tecnicamente” per lavorare ci vuole solo ed esclusivamente il visto lavorativo. Non esiste, per legge cinese, che tu possa avere un altro visto se stai lavorando a meno che non ti paghino o ti paghino direttamente in Italia. Cerca di capire che tipo di contratto di stanno facendo. Se come consulente e quindi poi i soldi ti arrivano in Italia “tecnicamente” non dovresti avere problemi ma, se sei un’insegnante e percepisci il tuo stipendio in Cina, allora sì, devi avere il visto lavorativo. Il mio suggerimento? Parla con chi ti ha assunto prima di incappare in problemi.

      Pubblicato da aschilliro | 14 luglio 2013, 23:54

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Twitter

Errore: Twitter non ha risposto. Aspetta qualche minuto e aggiorna la pagina.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: